News

ARRIVO IN GAMBIA

// giovedì 25 maggio, 2017 // Lascia un commento // Categoria: report

NAVE ELPIS ARRIVATA DA POCO NEL PORTO DI BANJUL (GAMBIA)
SI E’ CONCLUSA FELICEMENTE LA PRIMA TAPPA DEL SUO LUNGO VIAGGIO VERSO IL MADAGASCAR. UNA SOSTA IN QUESTO PAESE PER PRESTARE ASSISTENZA SANITARIA ALLA POPOLAZIONE.

 

 

 

ELPIS VERSO IL MADAGASCAR

// martedì 2 maggio, 2017 // Lascia un commento // Categoria: report

La Nave Elpis è partita domenica dal porto di Trapani per circumnavigare l’Africa occidentale verso il Madagascar.

Alle ore 11:30, Elpis ha mollato gli ormeggi dalla Banchina Ronciglio….…

 

E’ INIZIATO IL LUNGO VIAGGIO VERSO IL MADAGASCAR !!


 

VEDI VIDEO CIRCUMNAVIGAZIONE DELL’AFRICA


Durante il viaggio verranno fatte diverse soste operative in molti paesi africani con i quali, su loro richiesta, sono state avviate trattative ed accordi di cooperazione umanitaria, e verso i quali verrà effettuata gratuitamente attività sanitaria plurispecialistica e di formazione, ad opera del personale sanitario cooperante in regime di volontariato. I paesi ospitanti forniranno appoggio logistico alla Nave durante le soste operative.

La prima tappa è prevista in Senegal, all’interno del fiume Casamance, dove la Nave sosterà per un mese, effettuando la sua missione a favore delle popolazioni della città di Ziguinchor e dei tanti villaggi di pescatori che si trovano nelle limitrofe zone disagiate e molto lontane da qualunque struttura ospedaliera.

Poi è previsto in trasferimento in Costa d’Avorio, Angola e così via fino al Madacascar.

 

VEDI NAVE ELPIS IN DIRETTA

 



ELPIS – MISSIONE IN AFRICA

// // Lascia un commento // Categoria: report

MISSIONE IN AFRICA

In considerazione dell’accordo di cooperazione, già stipulato tra l’Associazione Elpis Nave Ospedale Onlus ed il Governo malgascio, è previsto che la nave Elpis, ormai già da tempo operativa ed efficiente,  venga trasferita  in Madagascar, per effettuare  nel periodo di circa due anni, attività  sanitaria di formazione e di assistenza alle popolazioni più disagiate.

Il trasferimento in programma è comunque un’operazione impegnativa,  sia sotto il profilo economico che organizzativo  e  presuppone  una preparazione scrupolosa fondamentalmente  finalizzata all’efficienza della nave ed alla  formazione di un equipaggio motivato e professionale.

Altro importante problema   che finora ha ritardato la partenza, riguarda  la scelta di un itinerario di viaggio che abbia le maggiori caratteristiche di sicurezza  ed economicità.

Dopo approfondita analisi ,  proprio per problemi di sicurezza  e per i maggiori costi correlati,  si è ritenuto  opportuno modificare  l’itinerario di viaggio originariamente previsto attraverso Suez  e l’oceano Indiano, gravato dalla presenza di pirati al Corno d’Africa e lungo le coste della Somalia, che impongono l’ingaggio di una costosa scorta,  ed optare invece per la circumnavigazione dell’africa lungo le coste atlantiche, facendo diverse tappe anche in altri paesi prima di raggiungere il Madagascar.

Anche le richieste  di cooperazione effettuate  da Senegal, Costa d’avorio, etc.  hanno contribuito a  determinare  la decisione di intraprendere  questo   viaggio, molto più  lungo ma più sicuro e soprattutto più valido sotto il profilo umanitario.

Infatti le varie tappe prolungate che si faranno lungo questa rotta, anche se ritarderanno l’ arrivo in Madagascar,   frazioneranno la navigazione ed i relativi  costi, e soprattutto faranno si che la nave Elpis  possa essere  utile  anche  altre realtà e paesi ugualmente bisognosi di sostegno ed  assistenza sanitaria.

Tutto ciò,  ovviamente,  nonostante la base di volontariato su cui si regge l’attività sanitaria,  risulta molto  oneroso  a causa dei costi di  gestione della nave ospedale  e, per tale motivo, questa  nota e le informazioni contenute nelle pagine seguenti,  sono rivolte a tutti coloro che vogliano prendere in considerazione la possibilità di sostenere questo progetto,  contribuendo al reperimento delle risorse economiche ed umane necessarie alla realizzazione dello stesso, e/o proponendosi,  offrendo la propria opera,  a prendere parte attiva in questa particolare iniziativa  umanitaria.

Il Presidente

Dr Giancarlo Ungaro



 

DONA IL 5 PER 1000

// sabato 1 aprile, 2017 // Lascia un commento // Categoria: tappa

clicca

Cos’è il 5×1000?

E’ il 5 per 1000 dell’Imposta sul reddito (Irpef), cioè delle tasse che ciascun contribuente paga in base al proprio reddito personale. Se, ad esempio, tu paghi 1000 euro di Irpef in un anno, il tuo 5×1000 è pari a 5 euro. Alcuni pagano quest’imposta presentando la dichiarazione dei redditi, tramite i modelli 730 o Unico, altri tramite il modello “Certificazione Unica” (ex Cud). Puoi indicare un’associazione alla quale lo Stato girerà il 5×1000 delle tasse che paghi.

Ci rimetto dei soldi se lo dono?

No. Si tratta infatti del 5×1000 delle tasse che pagheresti comunque. Questa donazione ti offre una libertà in più, cioè puoi stabilire personalmente che fine debba fare questa piccola parte delle tue tasse (che pagheresti in ogni caso). Se non esprimi alcuna preferenza sulla destinazione il tuo 5×1000 finisce nelle casse dello Stato insieme al resto.

Come fare

Nei modelli destinati alla dichiarazione dei redditi (730, Unico, Certificazione Unica)  nello spazio “sostegno del volontariato e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale…” inserire il codice fiscale dell’Associazione ed apporre la propria firma


 

Bisogna scrivere solo il codice fiscale dell’Associazione ed apporre la propria firma.

Inserendo il codice fiscale 93071170810, il tuo 5×1000 andrà a “Elpis Nave Ospedale” Associazione O.N.L.U.S.

Riservatezza

L’associazione non riceverà mai informazioni personali relative ai donatori.

****

Donazione libera

quanto vuoi donare?

5.00 EUR

10.00 EUR

Importo Libero EUR

Totale 0 EUR

Dona Adesso
EUR 0 raccolti
Donazioni generiche da destinare alle svariate esigenze del nostro progetto come ad esempio spese per missioni, spese per carburante, per viveri, per vestiario, ecc.

 

 

VIDEO ELPIS

// lunedì 6 marzo, 2017 // Lascia un commento // Categoria: Uncategorized

ELPIS NAVE OSPEDALE